La Privacy su Facebook Nametests e similari #digitalico

La Privacy su Facebook Nametests e similari

Preciso che non ce l’ho con Nametests e le cose similari, sono solo manovre per avere dati, fondamentali, per le aziende che usano questa conoscenza per profilarci sempre meglio. La privacy su Facebook sempre tanto invocata va a farsi friggere quando usate queste applicazioni. Click e confermate il permesso a loro di avere tutti i vostri dati, di accedere a qualsiasi cosa abbiate sul profilo.

Privacy

La nuova legge sulla privacy, entrata in vigore lo scorso maggio 2018, sembrava l’apocalisse dei social e del digital. C’erano aziende che facevano terrorismo psicologico, per vendere i loro servizi, con le conseguenze che sarebbero arrivate. Multe milionarie e similari, ora a meno di un anno si è confermato quello che dicevo. Era una fesseria, non la legge che sicuramente è avanzata confronto alle precedenti, ma non sarebbe stata l’apocalisse digitale. La vera privacy, in quest’era, l’abbiamo ormai dimenticata. Ci sono telecamere con riconoscimento facciale ovunque, qualsiasi tessera abbiamo un tasca ci traccia. Altro che le bricioline di pane per trovare la strada di casa che qualsiasi animale può mangiare, qui sono tatuaggi indelebili.

Il cellulare

Anche il cellulare che abbiamo in tasca registra tutto quello che facciamo e diciamo. Lo si può tracciare anche quando è spento, la geolocalizzazione è il braccialetto elettronico dei carcerati 2.0. Non siamo liberi, non lo siamo mai stati, ma in questi primi 20 anni del XXI secolo lo siamo diventati sempre meno. La sparizione del denaro contante è un’altra catena che ci legherà sempre di più. Il diritto all’oblio non è veramente garantito, quando disattivate un profilo sui social, Facebook sicuro, non sparite. Perché basta riattivarlo ed è ancora tutto li, ben posteggiato nei suoi server.

In conclusione

Se volete tutelare la vostra privacy siete degli illusi, soprattutto se siete voi i primi a cedere ogni vostro diritto per una applicazione che vi fa vedere come sarete domani, tra cento anni o se rinasceste di un altro sesso ma anche come siete morti nella vita precedente. Però, poi, non vi lamentate.

Info

www.digitalicoblog.wordpress.com

www.fabioricci.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...